Sono emigrato…

dicembre 27, 2015

A quanti seguono il mio blog, voglio dire che d’ora in avanti potete trovare i miei nuovi articoli su http://www.gabettipoeta.it

Il sito è nato dopo il fatto che descrissi nel mio video sui falsi poeti da circuire e quindi mi serviva un sito dove appoggiarmi… poi ho cambiato idea e il sito è diventato il mio nuovo blog, che cercherò di aggiornare il più possibile, anche se scrivere giusto per scrivere non mi è molto congeniale, preferisco scrivere quando ho qualcosa da raccontare.

A presto.

Annunci

Perchè non vado alle feste…

dicembre 25, 2015

Sono un attore, questo è il mio mestiere. A Roma frequento prevalentemente colleghi. Non ho amici d’infanzia, di scuola, di vecchia data insomma, proprio perché non sono nato a Roma. Quindi non ho amici che mi telefonano per chiedermi: “che fai stasera? Si esce? Si va al cinema? Si va a imbroccare in disco? Un pockerino?” Insomma se esco c’è sempre un “evento”, non esco mai come si dice a Firenze “a bischero sciolto” anche perché l’età del cazzeggio per le vie della città è passata (per fortuna). Quello che segue è il racconto dell’ennesima festa a cui sono andato, perché una volta l’anno va fatto, perché fa parte del mio lavoro e allora io vo a lavorare. Ho tralasciato riferimenti precisi di nomi e cognomi per ovvi motivi. Buona lettura.

http://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=chiaccepensie-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B012OQXVTO&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr

Pochi giorni fa vedo su facebook un evento in un locale del centro organizzato da un ente di cui faccio parte. Tra i “parteciperò” noto molti colleghi, tra cui una ragazza con cui dovevo parlare di un lavoro in sospeso, e allora mi son detto: “approfitto della situazione e una volta tanto faccio un po’ di vita mondana, mi vedo qualche collega, baci abbracci, che farai, cosa hai fatto…” e già che ci sono parlo anche un po’ di lavoro che non fa mai male. Mi metto l’abito da festa e mi presento una mezz’oretta più tardi rispetto l’orario di inizio che era le 21:30. Trovo miracolosamente posto a cinque metri dal locale e tutto felice mi appresto ad entrare ma… c’è già la fila fuori! “Sarà la gente che fuma” mi son chiesto. E invece no, era proprio la fila per entrare. Ma come?! In genere alle feste “vip” si arriva il più tardi possibile per farsi notare, e invece oggi si sono fatti notare tutti arrivando alle 21? Saranno cambiate le cose visto che io mi faccio queste feste ogni nove mesi, praticamente un cesareo. Guadagno faticosamente l’entrata, cominciando a scrutare le persone che incrocio. Il locale è angusto, una serie di corridoi stretti si diramano su più livelli. Da sopra arriva musica dance, da sotto qualcuno canta, davanti a me ho il bar, stracolmo di persone. Ma ecco il primo vero Vip, quello famoso, già un po’ alticcio, che vuole uscire a fumare. Mi passa accanto mentre qualcuno cerca di salutarlo baciandolo. “Oi ciao Fra!” Mi sento chiamare, mi volto ed è una collega che dopo il classico “come stai tutto bene anche io grazie ma alla fine sti cazzi di come stai” mi informa che l’hanno presa in una trasmissione tv presentata da un comico in declino, e che lui però è simpatico perché ci ha preso un aperitivo insieme. Si chiede come mai io, essendo un comico, non ci sia andato. Le rispondo che mi hanno chiamato due volte per fare il casting ma ho rinunciato perché c’era da portare troppo repertorio per fare tutto il talent show, e che poi io i talent non li voglio fare, per tanti motivi, uno su tutti è che il “talent” preferisco farmelo giudicare dalla gente che mi viene a vedere in teatro o al cinema, non dalla Lucarelli in Tv, con rispetto parlando (per la tv). Va bè… la saluto e mi avvicino ancora al bancone ed ecco che un uomo mi guarda insistentemente e mi si avvicina. Abbronzato come un pescatore di Gioia Tauro, doppio petto e drink in mano. “Ci conosciamo? Fai l’attore?” “Bè stasera trovare uno che fa il tramviere è un po’ difficile essendo una festa organizzata da chi si occupa di diritti d’autore per attori… poi a Roma se butti una monetina su una folla di 100 persone, 90 sono attori, o dicono di esserlo.” “Non ci siamo mai incontrati sono sicuro, sennò mi ricorderei sicuramente di te, non mi sarei scordato… però non mi sei faccia nuova, e che faccia!”. Accetto il complimento velato e ribatto che anche a me non è faccia nuova. “Hai fatto qualcosa in RAI” chiede “Si ultimamente ero a Verdetto Finale” “Ahhh ecco dove ti ho visto, io ogni tanto sono ospite sul divano…” “Allora dei due sei sicuramente te quello famoso” rispondo “Ma scusami io non sono molto esperto di personaggi televisivi, ma ti avrò visto lì”. Insomma alla fine mi ricordo: è un famoso stilista che fa il giudice in una nota trasmissione RAI. Simpatico devo dire e con un sorrisino che metà bastava per capire tutto quello che c’era da capire. “Vado che ho degli amici ma ci rivediamo dopo eh?” “Vai tranquillo a dopo”. Scendo di sotto e mi trovo in un’altra coda. Non si sa per cosa. Accanto a me c’è una ragazza con i tratti orientali, rossa di capelli, con un cappotto in mano. Le chiedo se sa cosa fanno la dietro e lei mi risponde che cercava il bagno ma non l’ha trovato. Dopo cinque minuti capiamo che è la coda per farsi fotografare con un cartello in mano raffigurante il logo dell’organizzatore della festa. Bah… una foto più una meno male non fa… siamo pur sempre attori no? E quindi tra una chiacchiera e l’altra arriviamo dal fotografo e ci facciamo fare un servizietto lampo. Nel senso di tre foto. E ora? Sentiamo una voce femminile cantare dietro di noi, guadagnamo l’uscita di quel loculo ed entriamo in un’altra poco più grande, gremita di gente seduta su piccole panchine o in piedi. Sul palco una ragazza canta accompagnandosi con una chitarra ma vederla è impossibile. Un muro di carne ci sbarra la visione. Peccato perché a sentirla era brava. Sono le 23… io mi sono già divertito, la ragazza con cui volevo parlare non c’è, la ragazza orientale che ho conosciuto poco fa, che si chiama… oddio il nome vero è tipo un codice fiscale detto frettolosamente da Tiziano Ferro mentre canta disturbato da Jovanotti, quindi si fa chiamare Claudia. Insomma decidiamo di uscire e di andare a casa. Nel tragitto di ritorno, succede un classico di queste feste: la ragazza incontra l’agente delle dive. Eh già, mentre stiamo per varcare la soglia, un paio di tipi, (che chiameremo Tipo1 e Tipo2) uno sui 50 anni, l’altro sui 40, uno pelato l’altro in via di.., entrambi in doppio petto incravattati, come due forzaitalioti del ’94, uno con accento partenopeo, l’altro romano, la bloccano con questa frase: “avevamo visto giù di sotto questi tuoi occhi luminosi e non ce li volevamo far scappare”. A questa frase mi sono bloccato e volevo accendere la telecamera del telefono per documentare la pantomima ma mi sono trattenuto. Claudia, molto timida, attrice alle prime armi che parla italiano da sei mesi, accenna un sorriso e si ferma educatamente. Creiamo subito un ingorgo di persone che vogliono uscire o entrare. Andiamo fuori. Cominciano a turno a riempirla di complimenti del tipo “potresti fare cinema” “potresti fare la cantante lirica” (questa non l’avevo mai sentita sinceramente) “potresti fare la modella”. Tipo 1 fa da sponsor a Tipo 2 e millanta crediti artistici sull’agenzia di modelle che ha. Lei sempre zitta. Tipo 2 le chiede immediatamente il contatto facebook. Tipo 1 le ammolla un biglietto da visita con tutti i suoi recapiti, mobile, fisso, ufficio, casa, mare, campagna, suocera, gatto, cane, amico che gli tiene il cane. Lei sempre zitta. Tipo 2 le chiede dove sta di casa, la sventurata risponde. Sono sicurissimo che se avesse risposto un qualsiasi altro quartiere di Roma e nel Lazio, lui ci sarebbe passato per tornare a casa e si offre all’istante di accompagnarla, non calcolando minimamente che era con me e potevo pure essere il suo ragazzo e che tra parentesi si poteva anche innervosire. Rumoreggio… Tipo 2 si accorge finalmente che esisto e mi guarda piacione: “Non ti preoccupare, siamo gente per bene l’accompagnamo solo a casa eh?”. E ride. “Guarda che se vuole andare a casa l’accompagno io non ti preoccupare”. Ride ancora. Claudia finalmente parla: “si stavo andando a casa veramente mi accompagna lui”. Non ride più. Insiste. “Se vuoi ti offriamo un drink, non vuoi rientrare?” La ragazza sorride imbarazzata. “Ha detto vuole andare a casa” dico. Quindi Tipo 2, il più giovane tenta la carta “distrazione” nei miei confronti, mentre Tipo 1 continua a tampinarla millantando comparsate nel mondo del cinema e lavori con quelli famosi tipo Forum… Tipo 2 sempre con un sorriso simpatico come una spinta per le scale, mi attacca un pippone sul lavoro dell’attore, che è difficile e che se non conosci non vai avanti (o che cosa nuova e originale) poi, sempre senza che io proferissi parola, tira fuori il portafoglio e da esso estrae un porta biglietti da visita tipo Verdone in “Troppo forte” e mi fa vedere quanti bigliettini ha prima di darmene uno della sua sconosciutissima agenzia. Tra gli altri vedo un bel TIM e quindi gli chiedo che lavoro faccia. Coprendosi la bocca per non farsi sentire da altri mi confida che lui di lavoro fa il procacciatore TIM, cioè quei rompipalle che vanno in giro per case e negozi a cercare di venderti i contratti telefonici, e poi “per arrotondare” fa l’agente delle dive. “Ma perché te fai solo l’attore?” Come per dire: “ma che mica mi dirai che lo fai sul serio ‘sto lavoro, e che non ti serve solo per rimorchiare come faccio io?”. Rispondo: “sì, io fo solo questo di lavoro” “Ah si? Ah ma allora sei famoso? Infatti somigli a Roul Bova! Ma non te l’ho già detto prima?” Da dietro le mie spalle spunta uno che somiglia a Roul Bova come io somiglio ad un aspirapolvere e grida: “No, l’hai detto a me prima! E quanti semo?!” Tra parentesi nemmeno io ci somiglio ma lasciamo stare. Intanto Tipo 1 insiste nell’invitarla a bere di nuovo e a dirle che lui conosce tutti (ma tutti chi? Boh). La loro tattica è ben oliata, se incontrano ostacoli tipo me che non gli mollo la donzella, uno deve tampinare il problema e l’altro la ragazza, poi dividono. Quindi Tipo 2 mi chiede quanto “tiro su al mese”. Da come me l’ha chiesto mi sa che dei due chi “tira più su è lui” ma non gliel’ho detto. Ho risposto che ci campo, e lui sconsolato: “beato te, io invece devo dare metà di quello che faccio a mi’ moje che m’ha lasciato due anni fa li mortacci sua!” Comincio a capire il perché… “Oh se cerchi un’agenzia possiamo parlarne, vedo sei giovane io posso inserirti, ci passeremo una decina di anni io sono del ’74!” Con una battuta gli dico che ho fatto il militare prima di lui di un anno e lui dopo aver incassato che dimostra come mio zio, recupera subito pronto: “ho fatto tre anni in marina a Grosseto!” e io di risposta alla Totò, sempre prendendolo per il culo: “Io tre anni il militare a Cuneo!” “Bella fratè!” E mi ha dato la mano tutto contento… Tipo 1 e 2 si guardano, confabulano con lo sguardo, capiscono che non mollo e allora vanno sul virtuale. “Daje bella se sentimo su facebook, i numeri e i dati li hai fatte sentì che possiamo lavorà bene!” Lei sempre zitta. Prima di andare via l’ultima perla: “Dovevamo annà al compleanno di Xxx al Gilda ma so’ na massa de vecchi sai che palle, allora semo venuti qui che ce sta bbella ggente ggiovane”. Dopo questo salutino ognuno è andato per la sua strada, e io ho un altro motivo in più per confermare come mai non mi piace andare alle “feste” che poi feste di cosa… per cosa, non si sa. E’ tutto un salutarsi, dirsi cosa stiamo per fare e che magari non faremo, progetti che faremo che abbiamo fatto che vorremmo fare, tanti “ci vediamo dai, auguri, non ti fai mai sentire, poi ti chiamo” e puntualmente nessuno chiama, o chiama solo per invitarti (a pagamento) a vederlo a teatro. Ecco perché non vado alle feste, ecco perché ci vado una volta l’anno, ecco perché non ho amici a Roma.

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione

novembre 4, 2015

Vedendo questo simpatico video…

Mi sono chiesto… Se lo facessero a Roma succederebbe?

In ordine: la metro B è guasta, quindi la principessa andrebbe a prendere la metro A, e si perderebbe nei meandri di Termini. Una volta che fosse riuscita a trovare la banchina, dovrebbe resistere all’assalto di 7/8 zingare, barboni, “una firma per la droga”, “la fede è nel Cristo” Alemanno che chiede due spicci. Se poi riuscisse a salire sul vagone sgomitando per la folla che preme, non troverebbe posto a sedere e dovrebbe sorbirsi fisarmoniche sfiatate, violini zigani, pianole Farfisa e tromboni (d’ottone e di carne). Quindi arriverebbero gli stormtroopers… se non ci fosse sciopero dei mezzi per non timbrare il badge. Ma mettiamo che arrivino… L’arresterebbero, prima però discuterebbero con il complottista di turno e difensore dei diritti delle donne che griderebbe “Aldeerann non è esplosa, ce l’hanno fatto credere gli USA!” Poi però un grillino gli dimostrerebbe che parla così solo perchè non si è informato bene e citando DIBBA lo renderebbe un inutile esserino di Degobah votante Scillipoti. Quindi dopo arrestata la principessa verrebbe portata al cospetto di Darth Fener, SE nel frattempo la banchina dove lui attende non fosse inondata per un’improvvisa pioggia autunnale di dieci minuti che manda in tilt tutto il complesso della metro A, B e C che seppur in costruzione, vuole rompere le palle anche lei per motivi sindacali. In tilt va pure il modulatore fonetico di Darth che invece che parlare come una scheda sonora anni ’90, comincia a ruttare in loop come fosse un trattore diesel al minimo. A questo punto rissa totale con intervento della sicurezza, carabinieri, esercito con unità cinofile e comizio improvvisato del prefetto Gabrielli (che non è mio parente e ha una B in meno) che dichiarerebbe che il terrorista curdo/isis/moro/exogino, è stato messo in sicurezza e presto verrà rimpatriato con un Falcon nuovo fiammante senza missili, comprato dagli USA insieme ad altri 20 F-35 di scorta. Intervista senza domande di Riotta, invito della principessa scossa dalla D’urso e poi da Vespa per par condicio e fine. Ecco, più o meno andrebbe così qui in Italia.

Sola e andata…

novembre 4, 2015

Il 3 novembre del 1957, qualcuno fu spedito nello spazio dai sovietici. Tempo fa scrissi questo monologo per un’amica e oggi lo pubblico qui, così se qualcuno lo vuole sfruttare…

SOLA & ANDATA
Mi hanno spedito quassù. M’avessero chiesto il permesso! Niente. Mi sono ritrovata su questo razzo e via. Un botto “fiummm” in cielo. Ho tutto eh? Il casco, la tuta, il cibo che sembra quello che mi davano a casa ma qui si apre da solo, tante lucine che si accendono e si spengono davanti, ma sono convinta che nemmeno una serve a farmi scendere. Sono passata da un rumore assordante al silenzio assoluto. Ogni tanto faccio un urlo per vedere se sono diventata sorda o no.

Ho freddo. Questa tuta è spessa ma sicuramente non avevano pensato a me quando l’hanno fatta, e soprattutto dietro non mi sta per niente bene, mi da molto fastidio. Sono sei giorni che non sento più la voce che sentivo sempre a casa. Mi dava ordini ma era una voce familiare. Lì era quasi tutto bianco, qui è quasi tutto nero, ma tanto gli altri colori non li ho mai riconosciuti. Ci sono delle scritte davanti a me, vicino al cibo che ogni giorno alla stessa ora mi si rovescia addosso, ma tanto non so leggere. Forse è un messaggio per chi mi troverà? Mi sento sola. Ho paura e fa sempre più freddo.

Oggi mi sanguina il naso e non riconosco più i pochi odori che c’erano da annusare qui dentro. Le lucine davanti a me si sono quasi tutte spente. Ne lampeggiano solo due, deboli. Non ho più fame e non capisco come mai il cibo continui ad ammassarsi davanti a me.

Oggi vedo la Terra, so che vengo da là anche se non so come sono arrivata quassù. E’ bella la terra. Adesso è come se ce ne fossero due, solo che una è più bianca e piccola. Mi sono addormentata e ho sognato che volavo nei corridoi del laboratorio e gli altri mi salutavano e Dikke cercava di mordermi come al solito. Poi volavo fuori dall’unica finestra che vedevo e il sole mi scaldava. Chissà che c’era oltre quella finestra. Sentivo odori deliziosi che non avevo mai sentito.

Ora sono sveglia ma non vedo quasi più niente. Le luci davanti a me sono tutte spente. Il cibo non esce più, ma tanto io non fame. Una cosa che sembra un insetto luccicante vola davanti ai miei occhi poi se ne va attraverso il vetro, si trasforma in un’ altra cosa… non so cosa sia ma anche se è… è volata via a casa, verso la terra. Sento il suo ronzio anche se non c’è più, ma è leggermente diverso, un ronzio nuovo, che mi fa venire voglia di dormire. Ha un sapore amaro e mi riempie la testa.

Mi chiamo Laika, sono nata due anni fa nel laboratorio spaziale di Mosca. Il mio padrone era un ufficiale dell’aeronautica militare, mi accarezzava ogni volta che uscivo dal laboratorio e sono stata scelta tra otto pastori tedeschi. Non so perché sono quassù dentro questo razzo, ma sicuramente sarà per un motivo importante se hanno scelto un cane come me. Adesso ho troppo sonno. Dormo.

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione

Maghi onniscienti, preveggenti, insistenti…

settembre 30, 2015

Qualche giorno fa, mi arriva in mail un messaggio da un certo Victor, “Medium veggente” con oggetto: “ho una proposta da farle”.

new-banner-dem-victor


Dalla foto pare il capitano Koenig di “Spazio 1999”, impersonato da Martin Landau invecchiato.

http://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=chiaccepensie-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B012OQXVTO&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr

Martin_Landau_2010 (1)

Copio incollo la mail. I grassetti sono miei ovviamente, per sdrammatizzare la situazione patetica.

Ciao ,

Lei oggi può divenire la persona che ha sempre sognato di essere.

Ne ho l’assoluta certezza, perché io, Victor, ho già compiuto questa impresa tantissime volte.

(e che sei Zelig?)

Tutto quello che le è sempre sfuggito, potrà ottenerlo. Non riceverà mai più dei rifiuti.

Fa la differenziata?

Le voglio rivelare tante cose sorprendenti, voglio che lei possa avere quel successo che altri suoi conoscenti hanno, e che le crea un sentimento di invidia.

Utilizzo uno strumento molto potente, capace di raggiungere tutti gli obiettivi che mi prefisso.

Oggi il mio obiettivo è quello di cambiare la sua vita, risolvere i suoi problemi, realizzare i suoi sogni.

Seguendo questo link le svelerò esattamente cosa fare, ma scoprirà anche che è completamente gratuito.

Resto in attesa,

Cliccando su un link appare un form dove inserire i propri dati, nome, cognome, data e ora di nascita e numero di telefono. Io ho inserito, sperando che l’idiota avesse un briciolo di cervello, “PAUL THRONA” un vecchio gioco di parole sui nomi che già facevano nel 1915 in trincea sul Carso. Non mi andava di perderci troppo tempo con questo, ma invece, tempo poche ore e mi risponde… e allora mi tocca perderci del tempo, non ce la posso fare…

Paul,

Sono contento di aver preso contatto con lei, da oggi sono convinto di poterle dare quell’aiuto che sta cercando da tempo.

Avremo dei Passi da compiere, ma lo faremo assieme.

Il mio lavoro sarà la sua Fortuna.

Avrà presto mie notizie,

(che è una minaccia?)

IL GIORNO DOPO…

Paul, (se bonanotte…)

Appena ho impegnato il mio sapere sulla sua situazione ho percepito qualcosa di diverso, qualcosa di particolarmente intrigante…

La mia “situazione” non è dato di saperla visto che io non gli ho detto assolutamente niente… ma andiamo avanti

Le invio un’Azione di Difesa con le sue istruzioni, entro domani sarò più chiaro.

Mi perdoni l’irruenza, ma le basti sapere che lei ha una carica medianica superba!

Accidenti non lo sapevo! Io pensavo che quei rumori fossero dovuti dalla frittata coi porri di ieri sera!

Le scrivo tra poco, capirà tutto.

Speriamo, l’attesa si fa snervante…

IL GIORNO DOPO…

Paul,

Sono sorpreso, ma pronto ad agire!

Non perda altro tempo e legga subito QUI

Facendo seguito alla sua gentile e apprezzata richiesta, le invio la sua Grande Veggenza Miracolosa di Fortuna e di Denaro che contiene un…

MESSAGGIO IMPORTANTISSIMO per lei.

La legga attentamente e mi risponda al più presto.

E’ molto URGENTE!

Ok ok la leggo calmati! Chissà che sarà mai… Clicco sul “qui” grosso come una casa e mi si apre una pagina logorroica, lunghissima che ve la risparmio. Paginate e paginate di frasi ad effetto per cercare di convincerti che quello che ti vuole fare è necessario. Di seguito solo alcuni passi:

Come avrà notato, Paul, le ho già inviato i dettagli per una Azione di Difesa. Forse penserà: perchè tanta sollecitudine?

(eh.. perché?)

Ebbene, perchè c’è URGENZA!

(OPPORCAMAD…!!!)

Infatti, mentre mi accingevo a completare il lavoro GRATUITO a lei destinato, un fatto premonitorio della più alta importanza mi ha rivelato delle cose sorprendenti…

Si Paul, proprio questo evento straordinario che la concerne direttamente mi ha fatto sobbalzare e, non le nascondo, preoccupare…

(Pure? Ma allora deve proprio essere una cosa grave!! Oddio mi sto innervosendo!)

Ero completamente concentrato sulla sua Grande Veggenza Miracolosa (o anche TAZZA DEL CESSO) e quindi stavo pensando a lei e ai suoi problemi, (o anche a come pagare l’IMU sulla seconda casa di mi’ moglie) ma all’improvviso una domanda mi è apparsa in tutta la sua chiarezza:

“Ma Paul Throna si deciderà finalmente ad aprire gli occhi?”

Ah io? “Annamo bbene! Annamo proprio bbene!”

E’ stato esattamente in quell’istante che mi ha assalito un desiderio inarrestabile… (o anche mi sono liberato dell’occlusione intestinale che avevo da una settimana)

Ho chiuso la sua pratica evidenziando degli appunti che per me sono FONDAMENTALI per il suo Futuro, poi, spento il pc, (o anche chiuso la tazza del cesso areando i locali prima di soggiornarvi) ho preso il mio notes ed ho iniziato a tracciare, ispirato da questo evento premonitorio, un disegno che rappresentava una mappa, (o anche dei cazzetti senza senso) delle frecce e varie indicazioni che guidavano verso… un tesoro!?!

(olè! Chiamate Silver, il pirata Barba Nera, Hulk Hogan e Sandokan che partiamo tutti dai!!)

Continuai questo mio schizzo abbozzando uno scrigno sul quale figuravano delle croci, dei numeri romani, delle formule algebriche e una cifra astronomica con molti zeri:

Circa 3.000.000 di euro (… tre milioni!)

Riesce ad immaginare quanto io fossi sorpreso, Paul?

(Come un gatto quando il padrone torna a casa…)

Infatti, questo presagio era la risposta a certe domande che mi stavo appunto ponendo su di lei sin dal momento in cui mi ero impegnato nella redazione della sua Grande Veggenza.

Paul, si trattava di un messaggio che le era personalmente destinato?

Esso annunciava un imminente arricchimento e quindi la fine dei suoi eventuali problemi legati al denaro?

Era finalmente giunto il momento di diventare quella persona ricca e appagata che ha sempre desiderato essere?

(mettiamo altre domande ad effetto completamente senza senso? Ma sì dai)

Non le nascondo che questo evento premonitore mi capita spesso, ma è la prima volta che si “inserisce” durante la Veggenza di Inizio, come io uso chiamare la Grande Veggenza Miracolosa gratuita.

(non dimentichiamoci “GRATUITA”)

Con i miei usuali protetti è una normale procedura, in quanto siamo arrivati ad un livello di conoscenza e fiducia reciproca molto alta. Ma non mi succede mai con i Novizi!

(Novizia sarà la tu’ sorella)

Paul, tutto lascia presupporre che lei abbia una carica medianica non indifferente, anzi… superba!

(se vabbè ora si chiama “carica medianica”…)

Ed è questo che dobbiamo chiarire, perchè se fosse vero, ed io sento che è esattamente così, ha davanti a sè una possibilità fortissima di poter “manovrare” la sua vita verso strade fantastiche!

(FALCOOOORR!!)

Io lo credo, però c’è un “ma”…

Oibò!

Infatti, tornando a quel momento particolare, quando ho voluto conservare il mio scritto introducendolo in una cartella a suo nome nel mio schedario, è successa una cosa imprevedibile: una strana forza me lo ha impedito costringendomi a strapparlo…

(Si chiama PARKINSON Victor… )

Paul, sono rimasto di stucco!

(Si chiama ICTUS Victor, ti decidi a chiamare l’ambulanza o dobbiamo ritrovarti dopo 40 giorni mummificato col ditino che tenta di chiamare il 118?)

Io costretto da una forza misteriosa ad effettuare un gesto non voluto…

(Dicono tutti così… dicono anche “non sapevo che era minorenne…”)

Penso che ciò volesse indicare che si trattava di un ulteriore messaggio. Ma… rivolto ancora a lei?

(No, a tu’ sorella n’altra volta.)

Paul, devo metterla al corrente di un flash divinatorio assai chiaro. Mi deve aiutare, si concentri.

(Ecco sono concentrato!)

Immagini la sua figura che corre lungo un corridoio stretto ed umido fiancheggiato da una moltitudine di vecchie porte di legno, tarlate e cadenti. Lei tenta, ma non riesce ad aprirne manco una. Perchè?

(Perché Aiazzone è fallito dieci anni fa, non la fanno più la festa al sabato, sveglia!)

Forse non conosce il codice segreto, la parola d’ordine, oppure non possiede la chiave giusta… Eppure, dietro ogni porta si nascondono autentici tesori, ricchezze, gioie di ogni tipo e tanto, tanto denaro!

Ma sfortunatamente, malgrado i suoi sforzi, lei non riesce ad aprire nessuna di queste porte e alla fine perde ogni speranza di riuscirci… Capisce cosa voglio dirle?

Ma non è tutto, non finisce così!

(Ora arriva Wanna Marchi me lo sento…)

Si intravvede una porta in oro massiccio, la più sontuosa di tutte e… si apre da sola, spontaneamente, davanti a lei! Si scorge un luogo magico, incantato, ove regna il lusso, la raffinatezza, il benessere, la gioia pura… Sembra proprio il paradiso terrestre! E’ forse il suo sogno?

(Si puttana EVA!!)

Che sia o no il suo sogno, questo flash finisce qui. Una luce accecante ci obbliga a distogliere lo sguardo, a chiudere gli occhi, ad abbassare la concentrazione, a perdere il contatto.
Che cosa significa questa visione così forte, limpida ed eloquente che ho vissuto in prima persona e che sono convinto la riguardi al 100%??

(Che hai bisogno di un TAVOR)

Paul, essa indica molto chiaramente che ho varcato la soglia dell’Arcano Segreto entrando nella Veggenza Pura, con lei, …GRAZIE A LEI!

(Ma prego, si figuri)

ha bisogno (soprattutto!) di una persona sincera e competente che le dica finalmente la verità su come e quando beneficiare di tutte le Possibilità di Fortuna e Successo che questa volta non devono sfuggirle, PER NESSUN MOTIVO!

Questo è quello che penso: è possibile che lei Paul sia oggetto di una specie di sortilegio che la incatena, che frena i suoi slanci. Per me è chiaro: lei non è in grado di prendere le giuste decisioni.

(In effetti, rispondere a questa mail è un buon indizio…)

Oggi ancora, lei non riesce a realizzarsi mentre dovrebbe, da tempo, assaporare le delizie di una vita fortunata, piena d’amore, di successi e di denaro!

(E la salute? Oh non facciamo scherzi eh? Io voglio andare su Marte!)

Paul, se vorrà accettare questo tipo di aiuto sappia che per lei E’ GRATUITO!

(Oleeeeeeee evvai! Ma sono proprio fortunato allora!!)

Per lei questa azione ultrapotente sarà completamente gratuita, e ciò mi sembra un atto dovuto per farle capire che sarà fondamentale riportare “tutto il mondo di Paul” alla normalità.

(ahahah il “Mondo di Paul” certo, ci manca Nina, Bel Satan e Kinoppi e poi siamo al completo)

Paul, mi ascolti!

(Oh sono qui, cazzo urli!?)

Seguendo le istruzioni dell’Azione di Difesa che le ho già inviato (se non le ha ricevute provi a guardare nella sua posta indesiderata, potrebbero essere lì), troverà il modo per poter affrontare il problema che le ho appena descritto. E’ il primo passo, inizieremo proprio da qui.

Questo è il regalo che voglio donarle per iniziare l’opera.

Ora però vengo al dunque, le spiego quale è la mia proposta

Quindi prima di tutto voglio che lei effettui il lavoro che le ho descritto in precedenza utilizzando le istruzioni che le ho spedito, dopo di che dovrà confermarmi la sua volontà di continuare la trasformazione della sua vita. Deve reagire in fretta, le assicuro che non sono solito a pregare le persone…

(no mica, infatti non mi stai nemmeno scrivendo una letterda di NOVE pagine e non me ne manderai nemmeno altre sei… Mica preghi naaaa figuriamoci!)

Quando avrò ricevuto il suo accordo, le farò avere un SISTEMA molto particolare che conterrà tutti gli elementi rituali (tra i quali una Formula Segreta che la lascerà a bocca aperta…) per far sparire la sfortuna dalla sua vita e dalla sua casa.

(Che sistema è? Quattro doppie e una tripla? Lo usava il mi’ babbo nel 1983 per vincere al totocalcio)

Questo SISTEMA possiede elevati poteri, io ne conosco il valore da molto tempo. Si tratta di un complesso esoterico molto ben custodito, tanto è grande il suo potere.

(E te lo vieni a dire a me? No ma sei furbo)

Con me al suo fianco ha la certezza che le sue possibilità di successo sono moltiplicate per CENTO!

(Super Sayan!!)

IO – SONO – PRONTO!

(SI – PUO’ – FARE!)

Il Primo Passo lo può e deve effettuare lei, ma dopo sarò io a fare la differenza ed a concludere le operazioni. Confidando nella mie conoscenze astrali e sui miei poteri occulti, le offro di realizzare, in un periodo brevissimo (c’è urgenza!), anche il suo Gran Tema di Abbondanza. Ma è necessario che io riceva la sua richiesta immediatamente.

A cosa le servirà il Gran Tema di Abbondanza?

(A fregarmi un po’ di soldini…)

Ma posso andare avanti ancora, dicendole che il suo Gran Tema d’Abbondanza potrà rivelarle:

Tutto ciò che riguarda i suoi sentimenti (compresi i problemi più delicati);

(Tipo la prostata ingrossata…)

Paul, le sto dicendo che finalmente può avere delle CERTEZZE!

(Tipo la morte e le tasse?)

L’assoluta certezza di vincere in fretta ai giochi d’azzardo.

L’assoluta certezza di spezzare la sua sfortuna quotidiana

L’assoluta certezza di gustare le gioie dell’abbondanza.

L’assoluta certezza di raggiungere finalmente la ricchezza.

L’assoluta certezza di vivere il vero sentimento.

Per questo lei deve seguire le mie parole.

La sua coscienza tentenna eppure tutto ciò che le ho appena rivelato è talmente vero, talmente vicino!

(Talmente una cazzata che quasi quasi ci credo!)

Lei sa che la sua situazione la preoccupa sotto vari aspetti, uno in particolare… MA adesso lei sa molto di più ed io le consiglio di porsi una domandina semplice: “…e se fosse vero quello che dice Victor”?

(Eh… “se fosse” appunto)

Caro Paul, finalmente ci siamo conosciuti in modo più profondo, e da oggi in avanti lei potrà contare su di me, sulla mia sincerità, sulla mia serietà.

(Oh non è mica vero! Siamo usciti solo per in caffè!!)

Se per eccezione, un solo evento tra tutto ciò che le ho detto oggi non si realizzasse, se nessuna opportunità straordinaria venisse incontro al suo destino, le basterà scrivermi due righe e la rimborserò immediatamente e senza discussioni.

(Ma come mi rimborsa? Ma non era tutto gratuito?? Noooo comeeeee perchèèèè!?)

Lei potrebbe persino conservare il mio Sistema e il Gran Tema d’Abbondanza. Le concedo una tale fiducia perchè sono CERTO che posso aiutarla ad uscire dal vicolo cieco che le ha fatto perdere la giusta strada.

Non corro nessun rischio a farle una proposta simile e lei che cosa rischia alla fine? Niente. Assolutamente niente.

(A parte un po’ di soldi immagino… Bisognerebbe vedere invece cosa rischi tu caro Victor, prima o poi uno che hai fregato s’incazza e ti trova, occhio, o magari la finanza…)

Io sono pronto e deciso.

Attendo sue notizie, al più presto.

La saluto.

Buono Privilegio

per una Vita Migliore

Ecco alla fine di questa mail sfiancante (e vi assicuro che ho tagliato notevoli pezzi logorroici che non dicevano niente) c’è un link. Cliccandoci si apre una paginetta con la sua foto e sotto un altro form molto più dettagliato del primo:

Io Paul Throna desidero ardentemente approfittare di tutte le mie opportunità di vincita e di denaro che lei prevede per me. Mi rendo purtroppo conto che un sortilegio compromette chissà da quanto tempo la possibilità di uscire dai miei problemi ma ora, che finalmente l’ho conosciuta, desidero beneficiare dei suoi Grandi Poteri per avverare le previsioni del Potente Presagio che mi concerne direttamente.

Le confermo che effettuerò immediatamente il PRIMO PASSO utilizzando l’Azione di Difesa che mi ha già inviato Gratuitamente. La ringrazio infinitamente.

Le chiedo di effettuare per me la sua “Grande Azione Occulta Pluridirezionale” (per la quale chiede di norma fino a 300 euro, ma che a me costerà solamente 59,00 euro!)

Essa consiste in:

1. Il SISTEMA di Difesa. Si tratta di un impianto esoterico con elevati poteri (contenente una Formula Segreta stupefacente); sarà il Secondo Passo a conclusione dell’Azione che devo compiere io.

2. Il Gran Tema di Abbondanza. Contiene le informazioni chiave per sapere cosa mi è riservato nella vita, di buono e di meno buono, per imparare a riconoscere e non lasciar mai più sfuggire nessuna occasione approfittandone al 100%

GARANZIA ASSOLUTA
Se per eccezione, un solo evento tra tutto ciò che mi ha detto non si realizzasse, se nessuna opportunità straordinaria venisse incontro al mio destino, mi basterà scriverle due righe e lei mi rimborserà immediatamente e senza discussioni.

Le indico di seguito il settore della mia vita che ritengo più bisognoso del suo aiuto:

AMORE LAVORO FORTUNA DENARO

Le confermo quindi il mio accordo per la modica somma di 59,00 euro.

Mi fa lo sconto e invece dei 300 classici, si accontenta di 59,99 euro, un prezzo civetta da grande magazzini, ipercoop e saldi di fine stagione. Insomma bastano solo quasi 60 euro per avere tutto quello che si desidera? Un offertona! Molto amareggiato da questa caduta di stile, decido di scrivergli:

Buon giorno mi scusi, sono Paul Throna, ho ricevuto la sua interessante lettera ma non ho capito come mai dice che è tutto gratuito e poi invece mi chiede 59 euro..
Perché?
Sa, io sono disoccupato e vedendo la sua mail che capitava a fagiuolo pensavo di aver risolto i miei problemi. Per trovare questi 59 euro dovrei prostituirmi
o vendere un po’ di sangue, o tagliare a tranci il mio primogenito e offrirlo al dio Baphomet, ma è proprio necessario?
Sennò potremmo fare che lei mi toglie tutte le malignita’ che ho addosso , mi fa vincere milioni al totocalcio e poi io quando vinco le prometto che le rendo i 59 euro
anche 300 se è il caso tanto con tutti quei soldi. Potrei anche offrirle una pizza, non mi causerebbe problemi.
Che ne dice? Si puo’ fare? Io dico di si. Allora mi invii tutto e poi quando sono milionario le saldo il conto ok?

attendo lumi.
Paul.
Mi risponde il giorno dopo anche un po’ piccato:

Paul, non scherzi con le cose serie.

(Le cose serie sarebbero le tue col talismano della veggenza e tutto il resto? Ok)

Legga qui di seguito cosa fare per uscire dalla sua crisi il prima possibile!

Paul,

Come può constatare, il suo futuro prossimo potrebbe assomigliare ad una favola se lei si fida di me e se fa oggi ciò che le chiedo.

Dipende da che favola però e da che personaggio farei, perché se fosse quella di Cenerentola e io facessi la scarpetta? Eh? Ehhh?

Mi rimandi senza indugio il Buono Privilegiato e lasci che i miracoli arrivino a lei.

(il Buono privilegiato ahahahahahah)

Per ricevere il SISTEMA e il Gran Tema d’Abbondanza espressamente realizzati per lei, è sufficiente che mi invii il Buono Privilegio per una Vita Migliore dopo averlo debitamente compilato in ogni sua parte.

ATTENZIONE: solo questo “Buono Privilegio” le dà il diritto alla Grande Azione Occulta “pluridirezionale”.

(cioè te lo mette nel culo da varie parti)

Sappia che il costo per questo tipo di aiuto speciale che richiede molto tempo ed energia, sarebbe molto più alto di quello che invece ho personalizzato per lei.

Perchè?

(Eh, perché?)

PERCHE’ LEI NE HA ASSOLUTO BISOGNO!

Si ma calmati che ti scoppia un embolo…

Dopo un giorno di silenzio rieccolo, sempre più mitomane.

Paul,
Dovevamo entrare in contatto molto prima!

(Sì, tipo nel 1983 così ti sparavo con la P6 elastic o lo Zeus, e forse cambiavi mestiere e facevi il fornaio che ce n’è tanto bisogno)

Paul, prima di tutto lei deve rendersi conto che IO posseggo un potere ancestrale imparagonabile ad altri.

(che potere hai? Sbucci senza mani le noccioline? Cambi le carrozze in carrozzine? )

IO influisco sul Destino, anche sul suo! Io sono pronto a darle il mio servizio e le mie conoscenze, lo tenga ben presente, sono di una efficacia rara!

Modesto il medium…

Sono amareggiato, ma confido ancora in lei!

E’ la sua ultimissima chance, Paul, perchè non intendo andare oltre. Ho già esagerato, non è nel mio carattere…

No mica… mi hai solo spedito 800 mail… senza che tra parentesi ti abbia mai chiesto NULLA…

Deve solamente volerlo. Oppure “cucinarsi” a fuoco lento.

Quando lei sa a cosa va incontro, quando lei conosce i momenti propizi, quando lei sa cosa evitare… è tutto un altro vivere, vero?!?

E’ arrivato il momento, Paul!

E’ arrivato il momento di farla finita caro Victor. Si trovi un lavoro serio, tipo controfigura di Mark Landau per il remake di “Spazio 1999”

spazio-1999-586x290

oppure vada al parco a dar da mangiare ai piccioni. Ma la smetta di mandare mail a caso e a rispondere a Paul Throna, che non ci fa una bella figura. Tra l’altro non si capisce come mai se possiede questi poteri, non li usi per lei e i suoi cari, e lo venga a proporre a degli sconosciuti via mail chiedendo il prezzo di una revisione auto. Avrebbe più credibilità se chiedesse un milione di euro, mi creda.

Comunque io vi faccio una proposta cari lettori: qui sotto c’è un pulsante per le donazioni. Se mi fate arrivare 50 euro (dieci ce li metto io) io vado avanti con questa buffonata, ci facciamo mandare tutto il materiale, poi ovviamente chiederò il rimborso, tanto ha scritto più volte che bastano due righe e ci rende tutto no? E io restituirò tutto ai donatori. Dai ci divertiamo un po’ con Victor?

Fatemi sapere.

 

 

 

 

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione

Come evitare un sondaggio telefonico con classe…

settembre 24, 2015

Quante volte vi hanno disturbato per farvi un sondaggio telefonico? Vi dicono sempre “qualche minuto” e invece state lì un quarto d’ora se malauguratamente rispondete di “SI”. Ecco, con questo piccolo trucchetto potrete lasciare contento il telefonista che forse si prende pure un credito o quello che è, non mandate nessuno a quel paese e chiudete la telefonata garbatamente. Anni di sondaggi online mi hanno temprato. 

Buona visione.

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione

Una chattatina con i truffatori online…

settembre 17, 2015

Questa è la trascrizione della chattata con il tipo che mi vuole dare il 5% di 100 milioni di dollari, per fare solo un trasferimento di fondi dal suo paese, il Benin, a Parigi, tramite il mio conto corrente. Ovviamente ci sara’ da pagare qualcosa, tipo qualche centinaio di euro per la transazione e questo sarà l’importo della truffa, che una volta bonificato tramite western union o similari, sparirà nei meandri della rete. Io più di prenderli per il culo ed informarvi non posso fare. Buona lettura.

[3.50.16] *** negocesarl ha condiviso i dettagli del suo contatto con garbyskype. ***
[3.55.53] negocesarl: hi
[3.56.01] negocesarl: comment sa va ?
[3.56.25] garbyskype: hi
[3.56.46] garbyskype: bene ma non parlo francese. o italiano o english o la maialaditoma’
[3.57.57] garbyskype: parli italiano?
[3.58.02] negocesarl: Sono stato io a voi contattare per l’investimento di un uomo politioque
[3.58.11] garbyskype: si bravo fratello
[3.58.26] garbyskype: ho letto e sono molto interessato .
[3.58.41] garbyskype: se hai cento milioni di dollari da investire, possiamo fare affari.
[3.58.47] negocesarl: è il nome?
[3.59.07] garbyskype: la mi nonna ad esempio vuole gli zoccoli di Amalfi.
[3.59.13] garbyskype: Francesco Gabetti
[3.59.25] garbyskype: mi hai scritto oggi. sono molto orgoglione anche io.
[3.59.32] negocesarl: OK
[3.59.36] garbyskype: mi puoi chiamare Kenobi, per gli amici.
[4.00.06] garbyskype: che ore sono li da te? perchè qui sarebbero le 4 di notte e volevo andare a dormire.
[4.00.33] garbyskype: cosi’ domani sono bello fresco per prenderti per il culo 🙂 cosi’ poi facciamo affari milionari meglio no?
[4.01.01] negocesarl: Quali sono le vostre attuali attività Kenobi?
[4.01.25] garbyskype: per adesso faccio partite di rava a squadre poi addestro piccoli Jedi
[4.01.38] garbyskype: poi compro diamanti di lego
[4.02.20] garbyskype: costruisco case (sempre di mattoncini colorati)
[4.02.47] negocesarl: hai ricevuto la mia email solo ora?
[4.03.05] garbyskype: si, qui in italia le mail vanno lente come una riforma costituzionale.
[4.03.21] garbyskype: ma sono sempre molto orgoglione per averla ricevuta sa?
[4.03.40] garbyskype: Piedone l’africano sarebbe orgoglione pure lui di lei.
[4.03.56] garbyskype: e lei in cosa vorrebbe investire? (a parte i mignottoni dico)
[4.05.13] negocesarl: Sei disponibile a venire da noi QUI per la testa discution a testa?
[4.05.33] garbyskype: qui dove? a Approdo del RE? O su tatoonie?
[4.06.02] garbyskype: se mi fai trovare la bionda disponibile anche si
[4.06.26] garbyskype: dammi l’indirizzo che me lo segno subito.
[4.06.43] garbyskype: il viaggio me lo pagate voi ovviamente no? ti do l’iban?
[4.08.06] negocesarl: Non conosco Tatoonie. Potrete inviare la vostra copia del passaporto e ti invieremo una lettera di inviation, siamo in Africa occidentale, più precisamente nella Repubblica del Benin
[4.09.43] negocesarl: sarà anche pagare il vostro viaggio perché vogliamo qualcuno credibili, un uomo potente che non fuggirà con i nostri soldi
[4.17.47] garbyskype: Benin? oddio non lo conosco. conosco il Belin che è dalle parti di Genova.
[4.17.59] garbyskype: non si potrebbe fare lì che anche se è una località del cazzo è più vicina?
[4.18.12] garbyskype: Si si tranquilli io non fuggirò, sono io quello sospetto infatti, mica voi…
[4.18.42] garbyskype: se mi date cento milioni di dollari in contanti resto in Italia a pagarci il 52% di tasse, ma di sicuro
[4.19.10] garbyskype: piu’ che lettera di invitation ho bisogno del biglietto aereo. o pensate che me lo debba comprare coi soldi del monopoli?
[4.21.32] negocesarl: verrai quando?
[4.22.33] negocesarl: Benin non è un paese perduto, guarda la mappa dell’Africa si vedrà
[4.22.54] garbyskype: si ora piglio la lente d’ingrandimento e lo trovo
[4.23.12] garbyskype: vengo quando mi mandate i soldi per il biglietto. ti do l’iban?
[4.23.32] garbyskype: c’è il mare? cosi’ porto il costume.
[4.24.00] garbyskype: ma te come ti chiami? ce l’hai un nome o ti chiamano col fischio?
[4.27.46] negocesarl: Se non si hanno i soldi per pagare la bolletta non vale la pena discutere, vogliamo una persona responsabile e credibile, non quello che ci chiedono di pagare a lui il biglietto, l’hotel o il suo ripristino. Stiamo parlando milioni di dollari per la gestione ed è progettato per premiare te
[4.31.04] garbyskype: ma io la bolletta la pago, e anche il canone della RAI pensa un po’
[4.31.37] garbyskype: io qui sono credibile come una banconota da 3 euro.
[4.32.12] garbyskype: ah quindi devo pure pagarmi l’hotel e il suo ripristino? cioè devono rifare i bagni e aspettano me? ganzo
[4.32.25] garbyskype: arrivo subito non dubitate. porto pure la chiave del 12.
[4.32.45] garbyskype: ho un cugino che fa il trombaio. puo’ servire?
[4.33.23] garbyskype: ma si puo’ sapere come cazzo ti chiami o è troppo?
[4.33.47] garbyskype: ti chiami Romualdo? Genoveffo? Geronimo? Plutarco?
[4.34.19] garbyskype: dai sbrigati con questo googletranslator
[4.34.33] garbyskype: tanto non ci capisci una mazza lo stesso.
[4.35.01] garbyskype: dai comunque la parafia tapioca come fosse antani per due milioni di dollari.
[4.35.19] garbyskype: la mia sbiriguda scarpallaccia dell’hotel in piazza melobene.
[4.35.56] garbyskype: prendo l’aereo del bitumato verso le cinquinaio, pulitina.
[4.37.28] negocesarl: write english
[4.37.40] negocesarl: not understand well
[4.37.59] garbyskype: ma come fino ad ora hai capito cosi’ bene che sembri pagato.
[4.38.39] garbyskype: dai allora arrivo in settimana.. preparatemi la stanza, ci voglio la frutta dentro che sono vegano. ma non che vengo da Vega, ma che non mangio troiai tipo il budello di to ma’.
[4.39.06] garbyskype: dai che voglio fare business con voi. io sono uno ricco (ma dentro pero’)
[4.44.44] negocesarl: Obi one, siamo seri nella nostra proposta, abbiamo bisogno della vostra presenza per firmare i documenti e l’apertura di conti bancari 2-3 qui, attraverso questi conti faremo la transazione di fondi agli account in Italia. Quando i fondi sono domiciliati in Italia, il proprietario vi dà 5% del totale dei fondi come ricompensa per il vostro aiuto
[4.45.50] garbyskype: quindi mi date 5 milioncini tutti per me? che bello! cosi’ mi posso comprare anche il nuovo minipimer! : )
[4.46.15] garbyskype: io sono serissimo. sennò mica stavo a parlare con voi personcine perbene..
[4.49.01] negocesarl: inviarmi la vostra copia del passaporto e ti mandano una lettera di inviatation
[4.49.59] garbyskype: va bene lo faccio domani che ora muoio dal sonno qui sono le 5 di mattina! domani ve lo mando lo prometto sulla madonnina dell’incoronEta di Ginosa Marina.
[4.50.01] negocesarl: non conosco Ginosa Marina. E’ luogo sicuro?
[4.50.14] garbyskype: certo ci sta la mi’ zia, se provi ad entrare in casa senza avvertire ti spacca una granata ni’ capo.
[4.50.16] garbyskype: vediamoci via skype domani pomeriggio ok?
[4.50.44] garbyskype: cosi’ se ci si piace quando vengo in Africa, si vede di andare a majale insieme 😀
[4.50.50] garbyskype: bonne nuit coso.
[4.50.51] negocesarl: bonne nuit Kenobi.

Ed insiste ancora a chiamarmi Kenobi…

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione

Risponde Luigino…

settembre 16, 2015

Oggi pomeriggio la casa editrice Pagine mi ha ricontattato, forse per chiedere lumi sul fatto che il corriere non mi ha trovato all’indirizzo che gli avevo dato e che ovviamente era inesistente.

Appena ho capito che erano loro, mi sono finto “mio figlio Luigino” e ho risposto. Dopo qualche secondo però hanno riattaccato in preda al panico. Peccato, volevo declamargli una poesiola, perchè anche Luigino è un fine poeta, ha preso dal padre. Buon sangue non mente!
Qui sotto potete ascoltare la telefonata.

https://www.youtube.com/watch?v=YBZhUPtNnbY&feature=iv&src_vid=3aD3IIxXdgY&annotation_id=annotation_2212270313

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione

Truffe via mail… ci riprovano dal Burkina Faso.

settembre 16, 2015

Ieri mi arriva in posta il seguente messaggio che vi copio incollo così come sta, evidentemente tradotto con google translate e quindi farcito di strafalcioni linguistici esilaranti. Da come scrive pare un rapper dismesso che cerca di piazzare cento milioni di dollari da qualche parte e chiede aiuto a me perchè forse ha visto che faccio l’attore e quindi pensa che ho la doppia residenta a Montecarlo, oppure che faccio dieci fiction su Canale 5 l’anno o che spaccio cocaina. Delle tre la più probabile forse è la terza opzione, quindi gli ho scritto qualche suggerimento per piazzare questi due spiccioli.

Questa è la sua mail:

Ciao il mio fratello
(gliel’hai detto tu che siamo fratelli? [cit])
 A seguito della Sua risposta alla mia offerta di investire, lo farò
grazie. (e io farò prego)
        In effetti, questo è uno degli emissari del ex presidente (Blaise Compaoré)
Presidente del Burkina costretto all’esilio e visto stretti rapporti con il regime
l’ex presidente, la sua personalità è stata controversa per la sua
scelta politica, ha deciso di mantenere un profilo basso, al fine di salvare la sua vita
e quella della sua famiglia.
 Essere in esilio, lui vuole un partner serio per un investimento al di fuori del
Continente africano o in un paese stabile e democratico (quindi l’Italia sarebbe un paese STABILE e DEMOCRATICO. Ah già viene dal Burkina… in effetti paragonato a loro ha quasi ragione, ma ancora non ha visto Salvini in azione forse…)
una cifra stimata di 100 milioni di dollari Usa (due bruscolini insomma). I fondi sono attualmente disponibili in Togo a Lomé capitale in una banca
 Inoltre, sarò molto felice se si potrebbe fare  (il congiuntivo, questo sconosciuto) il
proposte di investimento nel vostro paese per una partnership
win-win per lo sviluppo di imprese e riconquistare la nostra
la stabilità finanziaria senza preoccupazione.
E ‘quindi a voi per darmi alcune idee sulle aree
attività che possono generare profitti redditizia a breve e medio
a lungo termine in modo che si può firmare un memorandum d’intesa
Ruoli di investimento e definire che verranno assegnati a ciascun
noi formiamo parte. (al tipo gli hanno detto che io faccio l’attore e che in banca ho i soldi giusti per pagarmi una rata della Panda a gas?)
La prego di accettare i miei sinceri saluti e spera di giocare (si al Lotto forse)
proposte di investimento mi mandi il tuo
risposta.
NB / Si parla francese
 (NB e io no, qui si parla italiano, al limite un po’ d’inglese se mi girano, ma oggi non mi girano, quindi ti rispondo in italiano, come fanno i francesi in francia che non spiccicano una parola straniera nemmeno se lavorano all’ufficio informazioni dell’aeroporto). 
Cordialmente
Il signor B. MALLEY (se era Marley mi facevo una risatona)
Consulente internazionale
Cotonou Repubblica del Benin
E questa è la mia risposta:
Yooo Fratello! Piacere di sentirti. Come va in esilio? Sicuramente meglio di qui in Italia che con Renzi e tutta la sua cricca e il traffico di Roma, io dico te ne basterebbe metà…
Ma passiamo agli affari. Con 100 milioni di euro si potrebbero fare tante cosine qui in Italia, tipo comprare qualche senatore. Al momento ce ne verrebbero una decina, di quelli buoni eh? Di quelli che votano quando fa comodo e quando non fa comodo stanno in tv a blaterare a caso giusto per far vedere che si guadagnano uno stipendio. Poi vediamo… con 100 milioni potresti dividerli in tre mazzette da 33 e comprarti qualche bell’appalto per costruire immobili, sempre con l’aiuto di qualche politico di cui sopra o della mafia locale. In Italia c’è l’imbarazzo della scelta.

Tranquillo non c’è bisogno di stare in Sicilia per trovare la mafia, o in Calabria per trovare la N’drangheta, basta andare a Milano o passare per Roma e chiedere di un certo Carminati o Buzzi, o Odevaine. Occhio a questo che ha il vizio di cambiarsi il cognome e forse sul citofono trovi OdevainA, ma credo non avrai problemi a trovarli, anche perchè ora stanno tutti al gabbio, basta chiedere in procura e te li fanno incontrare.

Volendo poi se devi ripulire un centinaio di milioni, puoi sempre costruire in una bella zona periferica un parco giochi dove non andrà quasi nessuno, ma in compenso daresti lavoro ad un bel po’ di giovani per sei mesi e poi li puoi licenziare quando vuoi, basta pagargli un po’ di mensilità grazie al Job Act varato da poco e son tutti contenti.

Per ripulire qualche milioncino puoi tirare su anche una bella sala giochi, ma non di quelle dove i ragazzini vanno a spandere qualche euro per giocare ai vecchi videogames, no no, dicevo le slot, quelle che pigi un bottone e in 5 minuti ci lasci 50 euro e nemmeno te ne accorgi. Puoi pure infilarci pezzi da 50 “sporchi” per migliaia di euro e poi senza nessun problema riscuotere tutti i soldi “puliti” e tornartene a casa. Più facile di così! Basta solo che non lo fai a 200 metri da una scuola che se poi crolla alla prima scossa di terremoto poi c’è il rischio che qualche calcinaccio ti spacchi l’insegna.
Sennò se non ti vuoi stare troppo a confondere con permessi e mazzette, puoi sempre metterti d’accordo con qualche cartello colombiano in contatto con la camorra nel casertano. Con 100 milioni non ci fai molto ma per cominciare va bene per lo spaccio di cocaina e anfetamine. Lì in zona questa attività è alla luce del sole, o anche a Palermo se vuoi, dipende se ti piace più la Sicilia o la Campania, ma il sole batte forte in entrambe le regioni. Per finire, abbiamo tanta monnezza da smaltire. Una cava abbandonata ti si trova, dove riversare qualche rifiuto tossico di qualche azienda del nord, così lassù rimane tutto pulito e qualche politico può dare addosso al sud dicendo che sono tutti zozzi. L’importante è che non dai troppo nell’occhio quando sversi roba tossica nelle falde acquifere e se ti beccano devi solo dire che non sapevi che non si poteva fare e poi sticazzi, noi si beve acqua minerale in bottiglia mica dalle falde.

Ricordati di non metterti mai contro il Vaticano. Immobili a Roma sono roba loro. Chiedi sempre per qualsiasi affare stai per intraprendere perchè potresti trovarti qualche sicario alle spalle e non è simpatico. Uno come te che sfugge alla mafia locale nel Burkina, finire impiccato sotto un ponte qui a Roma (o a Londra) non è bello non credi? Comunque a parte questo, anche in Vaticano con 100 milioni qualche “bell’affare” lo puoi iniziare, basta trovarglieli giovani e con qualche problemino familiare ed è fatta.

Insomma dai ti aspetto, quando vuoi venire a trovarmi avverti così ti preparo un bel festino. Donne e champagne li metto io, i contanti li metti tu ok?

Yo Fratello! E anche se parli francese, la lingua degli affari è internazionale, ci si capisce al volo!

Cordialmente.
Obi One.

Nemmeno a farlo apposta, mentre sto scrivendo questo articolo, mi rispondono in mail:
Caro signore Francesco
 sono molto orgoglioso del messaggio e vi ringrazio molto.  Il proprietario dei fondi accetta di collaborare voi e richiede la vostra presenza qui nei nostri uffici per discutere testa a testa i vari contorni della transazione di fondi. Si arriva e si firmerà contratti di partnership, allora si aprirà due o tre conti bancari e noi trasferire il denaro sul tuo conto nel vostro paese. Una volta che il denaro è passato, si stabilirà un nuovo passaporto per i nostri politici di lasciare finalmente l’Africa e vivere nella casa che si sta per pagare lui.
Così abbiamo chiamato la data che più vi si addice a venire.
Il proprietario vorrebbe un totale discrezione e anche conoscere le relazioni e le attività professionali
Il mio Skype è: negocesarl
E ovviamente lo aggiungo subito su skype… vediamo che faccetta ha, poi vi faccio sapere…

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione

Krusty legge Gabetti…

settembre 8, 2015

Inaspettatamente, il mio post sul concorso di poesia è stato notato anche dal grande Krusty il clown che come avevo detto nel mio video (“ho amici che lavorano con la voce potrebbero farlo!”) avrebbe ben volentieri partecipato alla realizzazione del cd audio ma aimè le rigide imposizioni della casa editrice hanno reso vano il mio tentativo.

Ma il baldo giovane, e grande attore, si è subito cimentato per dimostrare che sarebbe stato all’altezza del fiero compito audiovisivo! Quindi petto in fuori e lancia in resta, si è prodigato nella declamazione dei versi imperiosi, dipanando qualsiasi dubbio sulle sue capacità.

Ringrazio il grande Fabrizio Mazzotta,

https://www.facebook.com/fabrizio.mazzotta.58

che si è prestato amichevolmente e ricordo alla casa editrice “Pagine” che potete contattarlo per qualsiasi declamazione, ne sarà contentissimo, vuole solo 299 euri mi pare ma può darsi che se avete la mamma malata vi fa lo sconto di 50 euro, lui sembra brusco ma ha un cuore d’oro (con l’aorta operata però).

mazzotta

Eccovi Krusty che legge Gabetti in “Portami via!”

Se hai trovato utile questo articolo, sostienimi con una piccola donazione, grazie.

Donazione